Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Eventi

Una "Tre giorni per ricordare"

tre giorni per ricordareSi sono da poco concluse le attività dedicate al ricordo di quanti persero la vita nelle stragi di Capaci e di via d’Amelio, nel XXVI anniversario.

Abbiamo voluto rispondere al concorso, indetto dalla Fondazione Falcone – MIUR e dalla Polizia di StatoAngeli custodi: l’esempio del coraggio, il valore della memoria” con un articolato progetto: la musica e il corteo della gioia nella mattinata del 22 maggio, a Monreale (iniziativa promossa dal Parlamento della Legalità Internazionale) dove la nostra orchestra didattica si è esibita, ad alti livelli. Un incontro tra tante scuole italiane, accomunate da valori condivisi di legalità.

E poi la bellissima giornata del 23 maggio: il torneo di pallavolo tra la rappresentativa giovanile della scuola, genitori, docenti e Polizia di Stato; poi alle 11,30, tra bandiere tricolori svolazzanti, l’esposizione dei lavori grafici, la lettura delle profonde riflessioni prodotte dagli alunni di tutte le classi, la performance teatrale “Morire di maggio a cura del laboratorio di Sperimentazioni letterarie, che ha fatto vibrare le corde dell’emozione ripercorrendo gli ultimi momenti di Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo e degli agenti di scorta.

Poi si è dato inizio alla tavola rotonda ”Discutendo di legalità...l’esperienza dei servizi di scorta”, incontrando il Dott. Antonino Bartuccio, l’ex sindaco di Rizziconi che vive sotto scorta da quasi due anni, dopo aver denunciato e fatto arrestare, nel giugno 2014, esponenti della Ndrangheta. Ci ha raccontato tanti particolari della sua vita sotto scorta ed ha elogiato il lavoro degli agenti che proteggono lui e la sua famiglia. Che splendida persona! Per noi un vero privilegio averlo incontrato.
E, ancora, Giuseppe Puleo, dirigente SIULP della Polizia di Stato, che da tempo collabora con le scuole, incontra i giovani, li aiuta a scegliere la via della legalità, a fidarsi delle forze dell'ordine. Un vero punto di riferimento per noi tutti, nel percorso di formazione delle giovani generazioni. Ci ha regalato la sua preziosa esperienza come agente di scorta sottolineando il clima di relazioni familiari che si sviluppa in tali circostanze. Grazie,Peppe! Poi il racconto di Riccardo Violante che, all’epoca delle stragi, era addetto all’ufficio scorte della Questura di Palermo, che ci ha regalato la sua commossa testimonianza.
Si è poi proceduto alla premiazione degli elaborati vincitori della IV edizione del Premio artistico-letterario “Le vostre idee camminano sulle nostre gambe”, (menzioni di merito per Filippone Davide, Manuela Sparacino, Alessia Pusateri, Gabriella D’Angelo, Elena Raccuglia e Gioia Sanfilippo; terzo premio ex aequo per Sabrina La Corte e Yulia Stefaniwicz; secondo premio a Riccardo Scianna, Primo Premio a Andrea Bozzali, Valerio Pappalardo, Chiara Donnarumma e Giulia Speranza), sponsorizzato dal Lions club di Bagheria e dalla Libreria Interno95. La verve di Michelangelo Balistreri, infine, tra canzoni intonate da tutti , le sue intense poesie in lingua siciliana, messaggi di autentico impegno civico, hanno concluso la giornata. Tutto questo dinanzi al nostro Magnulivo, insieme albero Falcone e albero Borsellino, divenuti ormai simbolo di Pace, Libertà, Uguaglianza e Legalità, in quel cortile che vogliamo diventi sempre di più “Angolo del ricordo e dell’impegno”, “piazza” di democrazia e di confronto. La tre giorni si è poi conclusa giovedì 24 maggio al Cinema Super Capitol, dove i nostri ragazzi hanno avuto modo di apprezzare l’arte di Angelo Sicilia, che col suo teatro dei pupi antimafia veicola, con linguaggio semplice, ma diretto ed efficace, messaggi positivi di legalità e giustizia. Anche a lui il nostro sentito grazie.

È dovere di tutti tenere vivo il ricordo di chi si schiera dalla parte della legalità, di chi riafferma con l’impegno personale, quotidiano, il valore della vita e dell’onestà, della giustizia e della libertà.

La referente per l’educazione alla legalità
Clementina Castrone

ozio_gallery_jgallery
Ozio Gallery made with ❤ by turismo.eu/fuerteventura