Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Per non dimenticare... Una settimana di studi sulla Shoah

shoah

Come noto, il 27 gennaio (data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz) ricorrerà il “Giorno della Memoria”, istituito dal Parlamento Italiano con la legge 20 luglio 2000, n. 211, al fine di ricordare la Shoah e rendere omaggio alle numerose vittime, nonché a tutti coloro che, a rischio della propria vita, si sono opposti al folle progetto di sterminio. "Insegnare la Shoah può rappresentare una straordinaria occasione pedagogica, anche in relazione al nostro presente. Addentrarsi con lucidità nella complessità di questi eventi è un’operazione significativa in riferimento al presente, nel tentativo di sviluppare gli anticorpi necessari per riconoscere e combattere le nuove manifestazioni di discriminazione, sopraffazione, razzismo e risorgente antisemitismo, come sappiamo, purtroppo, ancora oggi in agguato; per capire come l’intolleranza verso qualcuno sia sempre sintomo di un’intolleranza e di una violenza più generalizzata” (Linee guida per una didattica della Shoah).

Anche quest’anno la nostra scuola, pertanto, dedicherà una settimana, dal 22 al 28 gennaio 2019, di studi ed iniziative "Per non dimenticare”:

  • Ogni Consiglio di classe avrà modo di concordare momenti di riflessione, letture, indagini, visioni di video e film, con produzione di elaborati di tipo storico-documentale e/o artistico-letterario. In particolare, si invitano i docenti a guidare una riflessione sull'intervento pronunciato il 5 Giugno 2018 dalla senatrice a vita Liliana Segre al Senato della Repubblica: "Si dovrebbe dare idealmente la parola a quei tanti che, a differenza di me, non sono tornati dai campi di sterminio, che sono stati uccisi per la sola colpa di essere nati, che non hanno tomba, che sono cenere nel vento. Salvarli dall'oblio non significa soltanto onorare un debito storico verso quei nostri concittadini di allora, ma anche aiutare gli italiani di oggi a respingere la tentazione dell'indifferenza verso le ingiustizie e le sofferenze che ci circondano. A non anestetizzare le coscienze, a essere più vigili, più avvertiti della responsabilità che ciascuno ha verso gli altri".
  • Giorno 28/01/2019, in aula 2C, dalle ore 9,00 alle 11,00, una rappresentanza delle classi terze (4 alunni per classe) e i membri del Parlamento della legalità incontreranno il Maestro Aldo Mausner, medaglia d’oro al valor civile, testimone d’eccezione.
  • Inoltre, dal 29 Gennaio al 28 Febbraio p.v. è possibile prenotare una visita alla Mostra itinerante “I Giovani ricordano la Shoah”, presso Palazzo Steri di Palermo.
  • Il 25 gennaio, alle ore 10,30, verrà osservato un minuto di silenzio per commemorare tutte le vittime dell’odio razzista e del fanatismo ideologico, politico e religioso.

La referente per l’ed. alla legalità
Prof.ssa Clementina Castrone