Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

Ricordando Joe ...

Manifestazione joe petrosinoLunedì 11 Marzo 2019 al Museo dell'Acciuga, accolti con calore ed entusiasmo da Michelangelo Balistreri, si è tenuta la manifestazione finale del progetto “Da Joe Petrosino a Falcone e Borsellino. Tutti insieme, la nostra Scuola, il V Circolo Didattico “Gramsci”, il Liceo classico “F.sco Scaduto”, l'instancabile Peppe Puleo, dirigente SIULP, l’Associazione nazionale Polizia di Stato, il Lions club di Bagheria e l’Associazione Joe Petrosino di Palermo. Con noi, graditissimi ospiti, le delegazioni dell’Associazione Joe Petrosino di New York e di Padula, in una mattinata vibrante di emozioni. Abbiamo, così, voluto ricordare l'anniversario della morte del poliziotto italo americano ucciso dalla mafia il 12 marzo del 1909.

Una bella mattinata di riflessione, di emozioni, di speranza. Ospite d’eccezione Vincenzo Agostino, col suo pesante fardello di dolore, quello di un padre che cerca ancora verità e giustizia per Nino, per la nuora, per il nipotino mai nato, uccisi spietatamente dalla mafia. Dolore che si è fatto ancor più cupo con la perdita di Augusta, la compagna di una vita, pochi giorni fa. Una presenza, la sua, che ha commosso tutti. Un minuto di silenzio, per ricordare gli italiani vittime del disastro aereo in Africa (tra questi l’archeologo di fama mondiale e Assessore ai BBCC Sebastiano Tusa) ha dato inizio alla manifestazione;poi l’esecuzione, impeccabile, degli inni nazionali, americano ed italiano (quest’ultimo intonato a gran voce da tutti i presenti) del gruppo flauti della nostra scuola, diretto dal prof. G.ppe Baldone. In scena, poi, “i magnifici dodici” - Gioia Sanfilippo, Elena Raccuglia, Gabriella D’Angelo, Claudia Mangano, Michelangelo Di Miceli, Edoardo Schittino, Giada Mantini, Francesca Di Leonardo, Carlo Bordonaro, Nicolò Raspanti, Carola Crescimanni e Dalila Di Piazza, - il gruppo teatrale di sperimentazioni letterarie, coordinati dai nostri colleghi Di Giovanni, Malfitano e Zarcone, che ha emozionato la platea con l’operaFicus spei”, storia delicata e vibrante insieme, scritta dal prof. Ino Di Giovanni, da cui è stata tratta la sceneggiatura. I bravissimi giovani attori hanno raccontato alcuni delitti di mafia, da quello del sindaco Emanuele Notarbartolo alla fine dell’Ottocento, all’uccisione di Joe Petrosino, ai primi del ‘900, a quella di Giovanni e Paolo e di Antonino Agostino. Tutto all’ombra di quell’albero divenuto simbolo di Piazza Marina, il ficus magnolioide, che, quasi coro di tragedia greca, riflette, racconta, soffre, fa cadere le sue foglie. Applausi a scena aperta! Pubblico estasiato. Poi illustrazioni e video in ricordo di Joe Petrosino, presentati da tutte le scuole presenti alla manifestazione. In un Inglese perfetto,i nostri ragazzi Sara Di Salvo e Ruben Greco di 2 H, Roberta Mangano e Gabriele Buttitta di 3 H, coordinati dalla prof.ssa Rosalba Ferrara, hanno presentato un power point, “PETROSINO’S STORY”. Poi, ancora, ... PITRUSINU, un bellissimo lavoro che mette insieme i disegni realizzati dagli studenti del gruppo guidato dal prof. Liborio Puleo, con un testo in lingua siciliana, curato dal prof. Di Giovanni. Alessia Lunetta, Gaia Risina, Chiara Faraci, Roberta Vanadia, Valentina Di Natale, Matteo Lo Piparo, gli autori degli splendidi disegni-sequenze sulla vita di Joe Petrosino; Claudia Mangano, Edoardo Schittino, Giada Mantini e Michelangelo Miceli i bravissimi cantastorie. Un’altra standing ovation per gli alunni Andrea Castrignanò e Giuseppe Girgenti di 2 F, Christian Pellitteri e Federico Cefalù di 2H, Marzia Scianna e Valeria Cirone di 2 I, Gabriella D’Angelo, Gioia Sanfilippo ed Elena Raccuglia di 3 H, coordinati dalla prof.ssa Clementina Castrone, per il video “GLI EROI NEL SILENZIO: riprese di lezioni in classe sulla storia della mafia e dell’antimafia, lavoro a gruppi, conoscenza di alcune storie di eroi, alcuni sconosciuti, altri quasi dimenticati, legati dal coraggio e dall’aver sperimentato tecniche investigative moderne, oggi vincenti. Il video è stato, soprattutto, un affettuoso omaggio degli studenti a tutti i caduti nella lotta alla criminalità organizzata. Di pregio anche i lavori presentati dal V Circolo Gramsci e dal Liceo Classico F.sco Scaduto. Per tutti, applausi e riconoscimenti, attestati di merito, medaglie ed una litografia donata dal Maestro Pippo Madè a scuole ed associazioni partner. Noi abbiamo omaggiato gli ospiti di una copia del racconto “Ficus spei, con traduzione in inglese a cura della prof.ssa Vania Monforte e arricchito da una copertina con una magnifica illustrazione realizzata dalla prof.ssa M. Concetta Artale.

Una giornata solenne ed emozionante, che ha lasciato in tutti forti emozioni, un progetto che ha saputo coniugare Conoscenza, Memoria, Ricordo,Valori attraverso performance artistiche diverse.

La referente per l’educazione alla legalità
Clementina Castrone


ficus spei

OperaFicus spei”, scritta dal prof. Ino Di Giovanni, con traduzione in inglese a cura di Vania Monforte e copertina realizzata da M. Concetta Artale
(fare clic per visualizzare il libro sfogliabile)

Presentazione di "La storia di Joe Petrosino" pdf

ozio_gallery_jgallery